L’ICONA PRESENTE IN TUTTO IL MONDO RISCRIVE LA STORIA, RIVELANDO L’ETÀ DELL’ORO

Le correlazioni e i collegamenti tra le simbologie delle antiche civiltà, sfidano, se non riscrivono la storia del mondo antico, mostrando come le prime culture civilizzate abbiano condiviso misteriosamente sempre la stessa icona “religiosa”.
Dagli Egizi agli Assiri, dai Pre-Inca agli Europei, dai Sumeri agli Achei, l’icona è praticamente onnipresente.
È il simbolo perduto di una dimenticata religione planetaria globale, tramandata forse nella misteriosa età dell’oro che fiorì a livello globale nel passato più remoto, come raccontato dai vari testi di tutta l’antichità?
Questi simboli si possono trovare tra le più antiche rovine del mondo, e le culture di cui ne sono parte sembrano essere sorprendentemente collegate tra di loro, cosa che però viene da sempre rigettata recisamente dal mondo accademico.
Con entrambe le braccia tese in direzioni opposte (destra e sinistra), una divinità maschile o femminile regge tra le mani degli oggetti uguali, in modo perfettamente simmetrico.
Gli oggetti raffigurati di solito sono animali, spesso serpenti, ma si possono trovare anche particolari piante, armi e altri oggetti dalle bizzarre caratteristiche.
Se tutte queste civiltà si sono sviluppate separatamente, progredendo in modo del tutto autonomo senza mai entrare in contatto tra loro, come viene sostenuto dalla storiografia ufficiale, allora com’è possibile che queste icone, questi “simboli” siano presenti praticamene in ogni luogo del globo, e sopratutto in posti così distanti nel tempo e nello spazio.
La verità è che a differenza di quanto viene da sempre insegnato dai soliti circuiti accademici convenzionali, figli di una cultura illuminista nata a tavolino nelle polverose aule delle università settecentesche, che ha avuto come unico scopo quello di porre un dogma antiteista alla base dell’interpretazione dell’origine delle specie viventi sul pianeta terra, e del progresso sociale e civile dell’essere umano, queste antiche culture rappresentate dagli stessi simboli, dagli stessi culti, e dalle stesse incredibili capacità in campo edilizio, non si sono affatto sviluppate “autonomamente” a seguito di tortuosi piccoli passi evolutivi all’interno di una storia lineare e “progressista” che per dilla alla Rousseau “con gran fatica ci reca sù” come appunto viene sostenuto, ma al contrario, erano unite dalle stesse credenze spirituali, di cui il patrimonio unitario è derivato molto probabilmente da una antica e grandiosa civiltà preistorica globale, fortemente tecnologica, che attraversò il globo in un tempo difficilmente identificabile e databile, ma che probabilmente si colloca ben prima del 12.000 a.C.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: